10.12.07

Che strano…

Che strano… ci sono giorni in cui vorresti non esistere, giorni in cui vorresti spaccare tutto dalla rabbia, giorni in cui pensi che sia una fregatura….la vita intendo….E invece ci sono giorni in cui vorresti correre, gridare, far sapere a tutti quanto sei felice…quei giorni che ti fanno capire che il bello della vita sono quelle piccole soddisfazioni, quei piccoli sorrisi, che ti danno il potere assoluto su tutto, che ti fanno essere felice, e che ti fanno veramente apprezzare di essere vivo!

Ieri avrei scritto di tutto, cose come “la vita è solo una fregatura”, ed invece oggi sorrido, e vorrei urlare a tutti: “IN CULO LA MATEMATICA!”,con tono allegro, naturalmente!

Mio padre mi dice sempre una cosa, vera come il mio “7” nel compito in classe… dice sempre che ci sono dei giorni in cui si raccoglie la legna, e dei giorni in cui la si mette in cantina. Me lo ripete sempre quando sono giù. Ed è una cosa che io tengo sempre a mente.

Ad esempio ultimamente a scuola è dura tenere il passo. Sono in terza superiore, ho quindi 16 anni. Mi sono iscritto al “turistico sportivo”, (lo dico una volta per tutte che cos’è, dato che tutti me lo chiedono! È un turistico normale, ma con 2 ore in più di ed fisica, di teoria); a differenza degli altri anni, per un motivo a me ancora misterioso, i migliori dello sportivo sono stati messi al turistico normale, me compreso.

È abbastanza una fregatura, perché bisogna studiare mooooolto di più, e molti di noi non erano abituati. Cmq, i prof sono tutti impazziti (spero che non stiano leggendo perché in quel caso sarei automaticamente bocciato!), sono andati fuori di testa perché ognuno di loro vuole avere almeno 4 voti nel primo quadrimestre. Sono tante materie, (ma tante), sono tanti argomenti, (ma tanti), insomma, è veramente un casino…..(ma casino vero!). Cmq, saranno almeno 2 mesi che non faccio altro che stare in casa a studiare (max 3.5 ore, poi non capisco più niente), e con la storia che ora fa buio presto, saranno 2 mesi che non vado ad arrampicare in falesia!

Lasciando stare questo, sono veramente tanti giorni che non faccio altro… Ieri era il primo giorno di libertà da mesi, così sono uscito un po’. Beh, incredibile, ma proprio quel giorno lì, che non uscivo da settimane, ho incontrato il mio prof di italiano!!!!!CHE SFIGA, CAVOLO! Quello di italiano è il più difficile, non so descriverlo, posso dirvi che se avete un elemento simile è un classico prof di italiano! Ce ne dovrebbe essere uno in tutte le scuole, e lui è quello più esigente, più inquietante e difficile di tutti! Avete presente il “carogna” in “notte prima degli esami 1”??? mette in soggezione, torreggia sulle facce sconvolte degli studenti, ti senti completamente inutile contro di lui, anche se sei preparatissimo. È quello che non ti fa la predica, ma che ti guarda. A lui basta quello, uno sguardo, per farsi capire…. Cmq io lo ammiro! È il mio prof preferito, proprio per come ti fa capire le cose, per come spiega, per come pretende il massimo, per come è indifferente! Tu devi essere pronto, non ci sono scuse! È stretto con i voti, non regala niente, se è 5 vuol dire che è 5, punto.


Cmq, adesso rischio di annoiarvi, ma se non raccontavo il personaggio non rendeva l’idea. Immaginatevi, sono settimane che non uscite, la volta che lo fate, vi trovate lui proprio davanti, e rimanete spiazzatissimi, ve lo assicuro! Come se non bastasse ce l’avevo il giorno dopo alla prima ora, pronto ad interrogare!


Quello che volevo dire, era che ho passato un periodo durissimo, pensavo di non farcela… avevo 4 insufficienze, tra cui 2 gravi…. matematica…(3/4)….storia dell’arte….(4)…..ero veramente stressantissimo, dormivo male, ero agitato, ansia, tamburellavo nervosamente con le dita su qualsiasi superficie inconsciamente…ogni giorno uguale all’altro….

Stavo “raccogliendo la legna”, ed oggi l’ho “messa in cantina”, e non ho saputo trattenere la gioia quando la prof ha girato il mio compito dalla parte del voto, con su scritto in numero SETTE.

Avendo preso due ¾ di fila quel sette non servirà a prendere la sufficienza come media, ma serve a sorridere sotto i baffi, a pensare: SI,KAKKIO SI, SIIII, BENE!!!!ALLA FACCIA TUA!


Sono queste le cose che ti fanno essere felice, quelle piccole vittorie che non potrebbero darti più soddisfazione! Ora sono qui che scrivo, un po’ per appoggiarvi se siete in una situazione simile, un po’ per farvi capire che non è la fine del mondo, un po’ per sfogarmi e dire a tutti



SIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!

=)

4.12.07

Yellow cat's video production



Ecco l'esordio della Yellow cat's production (il nome viene direttamente dal mio gatto)
con la messa in rete di un video realizzato da me...
video


Un grazie particolare a Marco Ricciotti, forte arrampicatore e spietato fotografo !

12.11.07

qualche foto....



Molti mi hanno chiesto informazioni sulla falesia di Monteleone Roccadoria
in Sardegna (SS).
Ora ho qualche foto che pubblico.
Appena avrò più materiale lo metterò sul blog in modo che tutti possano avere idea di quanto sia bello il posto

(le foto che per ora pubblico sono fatte da Maurizio Oviglia)

Per altre immagini visitate il sito di Alberto Masala

www.albertomasala.it

che ha degli scatti suggestivi e non solo per quanto riguarda l'arrampicata !

5.11.07

Monteleone Roccadoria: roccia acqua amicizia !









maurizioefamiglia
robertoitalogianpaolocheglihopersoilgrigrimarianoecompagna
l
asignorachemihaprestatoirinviiilsindacoelasuafamiglialasignoradelb&b
tantagentecordialeiduesignoridifirenzeiltipodialgherochehafattolepremiazione
chenonmiricordoilnome
denieleeragazzailfotografoalberto
isignoridelpaeseconcuiabbiamocenatoladomenicasera
latipadelbarcheavevasoloilsuccoallapescairagazzidelpaesechesperoinizinoadarrampicare
riccardodod
icennetalentuosoarrampicatoreconilqualehoscalato
leodisienailsardodeltrentinoicamminatorichehannofattounsentierodi500km!!
giuseppeedantonelladisassari
tuttiqiellichehodimenticatodicitaresoloperchèho
1000nomichemironzanonellatesta!!

Questo è stato il modo in cui ho vissuto l'esperienza della manifestazione di arrampicata a Roccadoria, tutta di un fiato !!
Non sta a me descriverla se non apprezzarla tantissimo.

Ho avuto necessità di una settimana per riflettere e la prima cosa che mi viene in mente sono i miei a
mici delle gare del tutto simili a me (e più forti) ma che non hanno avuto questa opportunità !
Penso agli organizzatori (e chiodatori) che sono stati impagabili per l'impegno che hanno svolto bene, alla comunità di Monteleone Roccadoria che ha accolto tutti con serenità ed amicizia .
Penso alla musica e le abbondanti cene hanno permesso a tutti di conoscersi.

Ho invitato tanta gente in Toscana e spero proprio che qualcuno accetti.

..... questa volta rientrare a Viareggio è stato un pò più triste del solito.

Voglio tornare a roccadoria, voglio proprio tornare!

(le foto le ho prese dal web perchè le mie non sono venute)


29.7.07

Il Re, il Saggio ed il Buffone





Penso che alcune volte le cose non succedano per caso...Che certe coincidenze, certi avvenimenti, siano in realtà prestabiliti...Fatti e pensati apposta...E in realtà quello che poteva sembrare un caso non lo è...La giornata giusta, la situazione perfetta, la compagnia, e alcuni pensieri piacevoli nel cuore...Nella testa...Nelle braccia?No, non nelle braccia...Io parlo di sensazioni, non di forze...Perchè spesso conta molto di più quello che fai con il cuore e con quello che senti, che quello che fai con le capacità fisiche...
E così è capitato anche a me, come a tanti, di essere nel posto giusto al momento giusto, se così si può dire...E' stato speciale...Perchè alla fine, una via, non è soltanto una parete rocciosa da scalare, ma è anche un qualcosa di più...E' una serie di emozioni che scopri ogni volta nella progressione...Sensazioni, pensieri molto soggettivi che tu, e soltanto tu puoi in quel momento sentire, e gestire...Però spesso le più importanti sono quelle che hai dentro ancor prima di partire...E per me è stato un pò come "la cigliegina sulla torta", in un certo senso, poichè non è stata nè l'ultima, nè la prima grande emozione di quel periodo...Di quel periodo in cui tutte queste ondate di sensazioni, pensieri, e cose che sono successe inaspettatamente, (cose positive, se dio vuole!), mi sono venute a trovare...Così, voglio dedicare questa via a tutte quelle cose di cui è composta, di tutte quelle cose che stò cercando di spiegare scrivendo...Con le parole...Ma penso che un sorriso possa spiegare molto meglio la mia gioia!
:)





Ringrazio tutti!

28.6.07

Il momento rosa - parte II

...la valle perde ormai tutti i rumori del giorno...
continuo ad arrampicare, sono molto alto, ed ho superato il punto duro...
basta che arrivi alla cannetta e sono fuori...

Ok luca, guardala bene quella cannetta... Non puoi sbagliare un'altra volta... Concentrati....
Concentrati....
Vado dinamico.

Tutt'un tratto, quella cannetta non mi sembra più cosi lontana, quel movimento non più così aleatorio, quel passaggio non più così dinamico...
Non perdo un solo mezzo secondo per stringere fra le dita quella cannetta.
Non perdo un solo mezzo secondo ad alzare i piedi e continuare la mia salita...

Rimani concentrato!

Dalla cima la valle appariva rosa, colorata dagli ultimi e deboli raggi di luce, che piano piano scomparivano alle mie spalle...

E lassù, in catena, avevo tutto il tempo per gustarmi quello spettacolo!

25.6.07

Jan Anderson e Veliko Tarnovo

Viareggio è una cittadina tranquilla conosciuta per il clima mite, il
mare pulito ed il Carnevale con i suoi carri allegorici.
I carri sono strutture di cartapersta gigantesche che, con movimenti
arditi, sfilano per le strade della città in festa.
Forse molti sono rimasti incuriositi da questi mastodonti di
cartapesta ma probabilmente nessuno si è chiesto dove vengono
costruiti.
La Città si è dotata di una struttura composta da numerosi capannoni
destinati a ricoverare tutte le operazioni di costruzione: la
Cittadella del Carnevale che sorge a poche centinaia di metri da casa
mia.
Questa in estate accoglie,nei suoi comodi spazi, delle manifestazioni
quali commedie, concerti e recite.
Eccomi alle dolenti note.
Tempo fa sul giornale appare il titolo : arrivano i Jetrho tull e
torna a trillare il flauto di Jan Andrson.
JAN ANDERSON verrà vicino a casa mia a portare la sua magica muusica !!!???
Cerco i bigletti e li trovo (potrei ascoltarlo anche dalla finestra di camera).
PROBLEMA : il concerto si terrà il 30 Giugno, mentre sarò a Veliko
Tarnovo in Bulgaria !!!
PANICO, ANSIA... che fare, possibile che !!...., ma come !!!

Come una bolla di sapone tutto sfuma.
Buon concerto Jan! fai sognare Viareggio e tutti quelli che ti sostengono!
Forse partendo per la Bulgaria ti incontrerò mentre entrerai a
Viareggio, prorpio accanto a casa mia !!

MANCO IL PAPA .........

18.6.07

IL MOMENTO ROSA




C'e' un momento della giornata in cui tutto si tinge di rosa.
il giorno finisce e ci saluta colorandoci delicatamente.
E' mia idea che accada sempre ma che quando siamo distratti dal traffico,dalla televisione,dalle luci al neon o disorientati dalle innaturali e geometriche ombre dei palazzi,semplicemente non ci accorgiamo del prodigio di questa breve ed effimera seconda alba.

.....ancora un giro Edo ,dopo andiamo!

sono in vacanza e finalmente non mi preoccupo piu' di che ora sia.
stamani mi sono alzato tranqui e sono andato al mare
il pomeriggio e' trascorso fino a quando alle 16 e' venuto Edo e, chiacchierando, ci siamo ritrovati sotto una via lunga a candalla alta.
prima parto io, poi Lui e poi io ancora.
sono ormai le 20,30 !
siamo lontani dall'auto ma...

...ancora un giro Edo,poi andiamo!

Parto.
La luce e' ancora buona, l'umidità anche se aumentata non toglie il piacere dell'arrampicata.
arrivo in alto, al buco di riposo dove si entra completamente e si sghisa bene!
due rondini. che si erano già ritirate per la notte volano fuori spaventate e spaventandomi!
mi riposo e le rondini mi volano irrequiete sfiorandomi!
riparto e lo strapiombo sopra di me inizia ad illuminarsi tingendosi di rosa!

la valle ormai e' buia e perde piano piano i rumori del giorno.
continuo ad arrampicare,sono molto alto ed ho superato il punto duro, basta che arrivi alla cannetta alta e sono fuori.
vado dinamico, mi sento ancora fresco.
la prendo ma...non c'e' più.
Cado e spenzolo nel vuoto scuro!
Questa breve ed effimera seconda alba ha cambiato le ombre e le prospettive!

Arrivo in catena e guardo finire questa spettacolare e normale giornata di vacanza!

7.6.07

... E LA TOSCANA ???


Ho molti amici che scalano. Con loro condivido la passione per l'arrampicata e la speranza di salire domani quello che oggi sembra impossibile....
I pochi della mia età sono tutti lontani da Viareggio o Camaiore.
Quando vado in trasferta per le gare ho la speranza di trovare i miei amici. Posso finalmente parlare di arrampicata (e non solo di questa) con dei coetanei con dei buoni amici.Rinnovo spesso l'invito a venire a trovarmi a Camaiore, sulle rocce di casa mia !!
E' tempo di vacanze ed è anche il periodo ideale per giocare nella valle di Camaiore, ambiente unico e belle
vie !!
Ceuse, Verdon, Rodellar, Sardegna e..... TOSCANA !!
Vi aspetto, a presto.

15.2.07


IL COMPUTER
Che emozione,stò per scrivere il primo articolo con il MIO computer!!!
Eh si,dovete sapere che tutti i vari articoli che sono stati presentati fino ad oggi sul mio Blog,sono stati realizzati mediante l’uso dei tanti computer a scrocco… Quando quello di mio zio,quando quello di mio padre nell’ufficio in cui lavora,ed addirittura sul cellulare di mio babbo,che poi,con pazienza,trasferiva sul Blog… Ma da oggi è nata una nuova era


15/02/07


La data in cui ho scritto il primo articolo senza occupare i mezzi altrui!!!
Ma adesso bando alle ciance,e parliamo di cose serie:


ALBARRACIN


Il nuovo Parco Giochi del Bouldering Spagnolo
A circa 2 ore da Valencia, verso Quenca,è stato reso pubblico un fantastico luogo di Boulder,scoperto in realtà da circa 8 anni fa. Le sue caratteristiche principali sono:


1) Roccia, ideale per il boulder, molto grip, prevalentemente rossastra, e non consuma la pelle delle dita.


2)Strapiombi e Tetti, veramente il giusto Habitat per chi ama blocchi esplosivi, rappresentano la grande maggioranza dello stile dei blocchi di Albarracin. Sono presenti grandi e piccoli buchi svasati e tondi, a volte buoni, a volte troppo piatti.


3)Ambiente, molto ballo il paese, nominato paese più bel paese della Spagna.


Noi, che abbiamo passato la tre giorni, dal 02/02/07, abbiamo avuto MOLTO modo di esplorare e visitare il Paese di Albarracin quasi all’infinito, poiché abbiamo centrato gli unici 3 giorni di pioggia completa dell’ anno, infatti, ad Albarracin, le grondaie non esistono… Potete adesso capire:
1) Che ad Albarracin non piove quasi mai …


2)Che come sempre la nostra fortuna ci ha fatto stare quasi tutti i 3 giorni sul letto del Bed & Breakfast dove alloggiavamo, sfiorando con un dito il limite della sopportazione …


3)Quanto eravamo felici …


Senza abbatterci mai però, ci siamo aggregati ad alcuni locali che conoscevano dei settori alti, nei quali erano presenti molti strapiombi, e nei quali, si sperava di arrampicare … Il primo giorno, che dalle previsioni meteo sarebbe dovuto essere il peggiore, si è rivelato essere il migliore, e, fino a che l’umidità non ha reso insalibili neanche i sentieri che conducevano ai blocchi, siamo riusciti a combinare qualcosa. Seguendo i vari gruppetti di persone, i nostri occhi hanno (increduli), scoperto il mondo dietro ad ogni blocco visibile … E’ stata una sensazione veramente nuova.


Essere li’, insieme a persone che non parlavano neanche la mia lingua, a farsi il tifo a vicenda, e a provare i blocchi insieme, con la stessa e grande passione che entrambi dimostravamo … Non parlavamo la stessa lingua, vero, ma in realtà era come se fossimo vicini di casa, poiché tutti parlavamo la stessa lingua: Quella dell’arrampicata. E cosi, facendoci il tifo ognuno nella lingua che voleva, esprimevamo lo stesso spirito di gioco e di amicizia che è il Boulder … Spostandosi da blocco in blocco sotto la pioggia, incontravamo vari gruppetti riparati sotto i blocchi, intenti a tentare ancora e ancora … E come quando un paese viene colpito da un’alluvione, e gli abitanti si appoggiano a vicenda, condividendo il loro rifugio con il resto delle persone, facevamo noi. E a quel punto, posso assicurarvi, passa il freddo di quei 3 gradi, la seccatura per aver viaggiato tanto per trovare la pioggia, il mal di testa, la febbre … Perché lo spirito di amicizia e divertimento che veniva manifestato da quei pazzi che come noi, passavano le giornate nei boschi sotto la pioggia con 3 gradi per salire in cima ai sassi, era troppo forte, troppo bello per essere sommerso da qualsiasi malore.


Non penso sia importante dirvi degli altri giorni, se non che il secondo giorno io non ho arrampicato, causa febbre a 38, che il giorno prima avevo nascosto dietro quel sorriso che avevo stampato in faccia. L’ultimo giorno siamo riusciti ad arrampicare, anche se per poco, perché avevamo l’aereo presto.


Si, non sono importanti gli altri giorni, non sono importanti i blocchi, l’ambiente, il tempo, il mal di testa. Quello che abbiamo realmente trovato, è il BOULDER, quel sentimento di aggregazione ma soprattutto di amicizia che ci legava. Ed anche se il tempo è stato brutto, e non abbiamo arrampicato molto, non potevamo sperare meglio alla fine, perché quello che contava veramente, lo abbiamo trovato e vissuto insieme.


Certo, anche un po’ di sole non guastava!!!









18.1.07

Il Masso



....ecco delle automobili.

No, non sono cacciatori.lo so perchè queste persone sono chiassose e colorate,hnno anche degli strani fagotti, bambini .... e cani con i quali giocano.
Io ho visto di tutto: Saraceni, Turchi,e Tunisini in battaglia per la conquista del castello.
Ho visto armi di vario genere ma.... attrezzi così strani mai!
Eccoli, sono sotto di me e di me parlano.
Dicono che sono bello.
Stanno tagliando i rovi che mi circondano .
Sento finalmente il sole che arriva fino ai mie piedi!
Hanno tolto quel ramo spinoso che era cresciuto tanto tempo fa sopra di me e che mi procurava tanto fastidio.....
E' ormai sera e stanno andando via.
Che strano, io sentinella del tempo,non mi abituerò mai al comportamento degli umani; a volte tanto minaccioso ed a volte così festoso....
Mattina.
Ancora automobili, chiasso e colori.
Mi sto abituando.
Li sento, parlano di me.
Il sole mi riscalda tra risate,solletichi e panini.
Ora capisco!
Vogliono giocare con me salendomi.
Provano e riprovano.Ora mi sfiora una mano di uomo ,ora è una ragazza a tentare.Anche qualche bambino gioca con me ed i grandi!
Mi solleticano e mi studiano.
Sono il loro gioco e loro la mia compagnia.
Si accorgono addirittura che vivo.
Dicono che "sudo" o che invece "grippo".
Mi hanno dato anche un nomigniolo che non ricordo ma che suonava simpatico.
Salti, urla, risa e bambini.
Tutti giocano. Tutti con tutti.
E' sera, nessuno sembra essere stanco.
E' buio.
I miei amici si preparano ad andare....
Io , guardiano del tempo, sarò ad attenderli ancora ed ancora.
Ciao a tutti ed a presto.
Giocheremo e poi.... mi farò salire.

..... Forse.